Corso di Porta Romana

condividi su Facebook
Per segnalare eventuali aggiunte, modifiche e/o correzioni andare nella pagina "proponi un contenuto".
Tipologia Struttura: Storico
Periodo Storico: Rinascimento
Struttura: Portici
Località: Teramo
Indirizzo: Corso Porta Romana - 64100 teramo (TE)

Tra il XIV e il XV secolo molti edifici si dotarono a Teramo di portici, soprattutto lungo gli assi viari principali, verso le porte della città. Il corso di Porta Romana è così definito poiché qui, in epoca antica, si apriva una delle porte di Teramo che si affacciava sulla via che conduceva a Roma: il cosiddetto diverticolo della via Caecilia che seguiva grossomodo il corso del fiume Tordino e attraversava la necropoli della città in località Ponte Messato-La Cona, presso cui è stato rinvenuto anche un tempio repubblicano, così giungeva a Montorio al Vomano, dove si biforcava: una via proseguiva verso Basciano e l’altra verso L’Aquila. La viabilità romana in Abruzzo era basata su pochi assi viari che partivano dalla capitale ed erano collegati fra loro da strade secondarie; due erano le direttrici più importanti: la via Salaria e appunto la via Caecilia. La via Caecilia costituiva un prolungamento della via Salaria fino a Giulianova e Atri: in pratica, all’altezza di Antrodoco, la via si discostava dalla Salaria per proseguire in direzione di Amiternum (San Vittorino, AQ) e così ricalcare, a grandi linee, il percorso della SS 80 e collegare l’antica Interamnia con Amiternum attraverso il Passo delle Capannelle. Lungo il percorso della via Caecilia erano collocate aree funerarie (appunto la necropoli in località Ponte Messato-La Cona di Teramo) e luoghi di culto (per esempio il tempio repubblicano in località Ponte Messato-La Cona, il tempio di Ercole, fuori Montorio, il tempio il località Colle del Vento).

Pregevole, lungo il corso di Porta Romana, è il portico realizzato in laterizio, con archi a tutto sesto poggianti su grossi pilastri e volte a crociera.

Altri portici sopravvivono nelle case Bonolis di corso de’ Michetti (in laterizi con archi a tutto sesto i primi, ogivali i secondi, tutti su pilastri, volte a crociera); quelli di casa Massei in angolo fra piazza Martiri della Libertà e via Vittorio Veneto (tampognati, con arco a tutto sesto e ghiera in pietra) e il portico con archi ogivali del Palazzo Comunale.

counter
Eventi

Selezione il giorno di tuo interesse per vedere tutti gli eventi

Ottobre 2019
LuMaMeGiVeSaDo
 010203040506
07080910111213
14151617181920
21222324252627
28293031 
Ricerca struttura